• slider-home
  • slider-home
  • slider-home

VIA DI MEZZO: MOBILITA' SOSTENIBILE E TERRITORI

TORINO | Aula Magna del Campus Luigi Einaudi | 15-16 NOVEMBRE 2018 | Ore 9:00

Chi siamo

line

L'associazione Comitato Organizzatore del Forum Ferdinando Rossi è formata da studenti universitari della Scuola di Studi Superiori Ferdinando Rossi di Torino (SSST) e i lavori del Comitato Organizzatore proseguono idealmente il percorso di formazione interdisciplinare seguito dai suoi membri: i temi scelti si prestano ad essere affrontati da punti di vista disciplinari diversi, venendo trattati grazie agli apporti di docenti ed esperti in ambiti anche molto distanti fra loro. Infatti, la SSST riunisce al suo interno studenti provenienti da quasi tutti i Corsi di Laurea dell’Ateneo con l’obiettivo di fornire una solida formazione interdisciplinare, che sia in grado di garantire una visione delle complesse questioni della società contemporanea nonché gli strumenti per comprenderle e affrontarle.

comitato

Ilaria Ubertino Rosso

Presidente
comitato

Andrea Oliva

Vicepresidente
comitato

Sonia Basso

Tesoriere

Cosa facciamo

line

La principale attività dell'associazione è quella di organizzare il Forum Ferdinando Rossi (FFR), evento culturale con cadenza annuale. Nato dalla volontà di stimolare uno scambio proficuo tra mondo accademico, associazioni e territorio, il FFR si pone l’obiettivo di promuovere la conoscenza di argomenti di carattere scientifico, umanistico e sociale e di rilevanza attuale, attraverso un approccio interdisciplinare e grazie all’intervento di esperti provenienti da diversi ambiti disciplinari.

La terza edizione del Forum Ferdinando Rossi verterà sul tema della mobilità sostenibile in relazione al territorio e avrà luogo nelle giornate di giovedì 15 e venerdì 16 novembre 2018, presso l’Aula Magna della Campus Luigi Einaudi di Torino.

Edizione 2018

line

In accordo con la vocazione poliedrica del Forum, si è scelto di intitolare l’edizione 2018 "Via di mezzo: mobilità sostenibile e territori". Con mobilità sostenibile si intendono le modalità di trasporto che riducono l’impatto ambientale, sociale ed economico generato dagli spostamenti.

La prima giornata, in data 15 novembre, vede il titolo dell’evento declinato nella sottotraccia “Best practices e prospettive future” e prevede una serie di interventi accademici che analizzeranno il tema attraverso diversi ambiti, dall’ecologia alla sanità, dall’economia alle scienze sociali, dalla pianificazione dei trasporti all’innovazione tecnologica, e questo permette di adottare un approccio interdisciplinare.

La seconda giornata, in data 16 novembre, vede il titolo dell’evento declinato nella sottotraccia “Politiche del territorio” ed è destinata ad ospitare una tavola rotonda, che sarà costituita da sei studenti universitari iscritti a una delle realtà d’eccellenza d’Italia (Scuole di Studi Superiori e Collegi di Merito) e coordinata da un esperto del tema.

PROGRAMMA

line

Giovedì 15 novembre 2018 - “Best practices e prospettive future”

8:45

Accreditamento

8:45 - 9:00

9:00

Saluti istituzionali

9:00 - 10:10

10:10

Coffee break

10:10 - 10:30

10:30

Intervento Ing. Spinosa

CityRailways Engineering

10:30 - 11:30

Il trasporto pubblico nella città liquida

Pianificare la mobilità significa restituire accessibilità ad un territorio. Una scarsa (o nulla) accessibilità, nelle sue diverse declinazioni - fisico-ergonomica, geografica, sociale -, comporta la limitazione quando non l’impossibilità di attuare i principi di coesione sociale, economica, territoriale, simbolica per polis, civitas, urbs. I principali temi progettuali sono:

  • accedere a bisogni, attività e servizi essenziali;

  • soddisfare sogni e aspirazioni, dando senso ai principi di equità, solidarietà e mixité socioculturale delle realtà urbane mature;

  • realizzare una città ospitale, accogliente, aperta, amena per tutte le componenti sociali.

L’accessibilità diventa elemento fondamentale nel restituire un valore identitario allo spazio pubblico, attraverso l’esplicitazione del valore sociale dei servizi di trasporto come strumento di ”desenclavement” e contrasto all’emarginazione dei soggetti più vulnerabili. L’intervento si propone di indagare i parametri e le relazioni psicometriche che governano l’attrattività del trasporto pubblico rispetto all’uso del mezzo privato: nell’attuale sistema socioeconomico qualsiasi infrastruttura di trasporto non è che un prodotto di mercato e in quanto tale può essere misurata nel suo essere o no rispondente alle aspettative più o meno esplicite dell’utenza. Un approccio analitico per fornire ad amministratori, pianificatori e progettisti uno strumento di misura ex ante delle scelte programmatiche da condividere con i territori.

11:30

Intervento Prof. Beria

Politecnico di Milano

11:30 - 12:30

La mobilita sostenibile, tra pianificazione dei trasporti e territorio. Cinque luoghi comuni e una domanda aperta

L’intervento affronta il tema della pianificazione dei trasporti e del rapporto con il territorio, attraverso la discussione di ”cinque luoghi comuni”, cioè cinque concetti noti ed ovvi che apparentemente dovrebbero guidare le scelte relative al sistema dei trasporti, ma che in realta non sono completamente ”veri” e che solo una trattazione basata su dati (peraltro di difficile reperimento ed analisi) puo affrontare correttamente. Il primo riguarda la densità abitativa e il suo essere condizione necessaria, e magari anche sufficiente, per una mobilità sostenibile. Il secondo riguarda il ruolo salvifico degli interscambi nel rendere efficace una rete di trasporto. Il terzo mettera in discussione l’impatto della sharing mobility su ambiente e traffico (almeno per ora). Il quarto riguarda il complesso tema della socialita dei trasporti pubblici e il quinto, infine, metterà in discussione l’importanza di grandi progetti infrastrutturali, in particolare dell’estensione della rete AV a tutta Italia. L’intervento si concluderà con una domanda di ricerca, la cui risposta non è ancora ancora non completamente univoca, cioè quale sia l’effettiva capacità delle infrastrutture di generare sviluppo economico.

12:30

Pausa pranzo

12:30 - 14:30

14:30

Intervento Prof. Mela

Politecnico di Torino e Università degli Studi di Torino

14:30 - 15:30

La dimensione socio-psicologica della mobilità urbana sostenibile

La problematica della mobilità sostenibile presenta molteplici aspetti, in quanto implica, da un lato, la ricerca di soluzioni tecnologiche ed organizzative e, dall’altro lato, una radicale trasformazione dei comportamenti della popolazione e della sua relazione con la città ed il territorio. L’intervento si concentra su questo secondo aspetto e, dunque, sulla dimensione sociopsicologica della questione della sostenibilità, riferita alla mobilità urbana. Tale dimensione viene esaminata individuandone tre elementi. Il primo riguarda l’equità, vale a dire il diritto di tutti i cittadini ad accedere a forme di mobilità sostenibile, evitando ogni forma di discriminazione. Il secondo è connesso con il tema della vivibilità dell’ambiente urbano, ovvero con le sue qualità che siano in grado di soddisfare esigenze di natura funzionale, estetica e relazionale. Il terzo, infine, si riferisce alla partecipazione attiva dei cittadini alle scelte politiche che riguardano la mobilità.

15:30

Intervento Ing. Petracchini

CNR - IIA

15:30 - 16:30

Mobilitaria: evoluzione della mobilità e della qualità dell’aria in Italia e proposte per un futuro sostenibile

Negli ultimi vent’anni, almeno in Europa e in genere nei paesi occidentali, le emissioni di inquinanti sono fortemente diminuite per effetto principalmente dei passi avanti fatti dalla tecnologia, questa riduzione tuttavia non è corrisposta una soluzione dei problemi ambientali soprattutto nelle città. Infatti, se analizziamo le condizioni ambientali a livello europeo l’inquinamento atmosferico continua ad avere un impatto significativo sulla salute della popolazione europea, in particolare nelle aree urbane. Le stime degli impatti sulla salute attribuibili all’esposizione all’inquinamento atmosferico indicano che le concentrazioni di PM2,5 nel 2014 sono stati (fonte EEA) responsabili di circa 428000 decessi prematuri originati dall’esposizione a lungo termine in Europa, di cui circa 399 000 erano nell’UE28. Anche in Italia c’è molto da fare per raggiungere livelli di inquinamento in linea con i limiti fissati a livello comunitario e a tal proposito non va dimenticato che la Commissione ha avviato da tempo una procedura di infrazione contro Il Governo Italiano relativamente ai superamenti dei NO2 e PM10. A questa recentemente il Governo Italiano all’inizio del 2018 ha risposto con una nota che tenta di evitare il deferimento alla Corte di Giustizia Europea elencando le misure che sono state prese in Italia negli ultimi anni, fra cui il piano antismog siglato dalle Regioni della Valle Padana e non ultima l’approvazione della SEN (strategia Energetica nazionale) che fissa obiettivi ambizioni anche sulla mobilità elettrica. È ora che le città italiane affrontino un cambiamento del paradigma della mobilità; alcuni obiettivi da raggiungere nei prossimi anni possono essere qui indicati:

  • la crescita della mobilità ciclabile (oggi al 3,3%) e pedonale (oggi al 17%);

  • l’incremento delle Zone a Traffico Limitato;

  • il potenziamento ed innovazione per i servizi di trasporto collettivo (oggi al 13,4%);

  • l’incremento dei servizi ferroviari di area vasta nelle città metropolitane;

  • la promozione dei veicoli elettrici;

  • la crescita della sharing mobility. L’obiettivo è arrivare al 2025 con un indice di motorizzazione di 50 auto ogni 100 abitanti in Italia;

  • La predisposizione di servizi di logistica urbana sostenibile delle merci. L’obiettivo è l’attuazione del Piano Urbano di Logistica Sostenibile all’interno del Pums;

  • la promozione della ricerca, delle sperimentazioni e delle innovazioni tecnologiche per veicoli condivisi, a guida autonoma, per il trasporto collettivo e sistemi di trasporto intelligente perché le opportunità determinate da Its ed Ict sono ampie.

16:30

Coffee break

16:30 - 16:45

16:45

Intervento Prof. Dalla Chiara

Politecnico di Torino

16:45 - 17:45

Mobilità sostenibile: prospettive per i sistemi di trasporto terrestri in Europa ed in Piemonte

Dopo una premessa sul significato a tuttotondo della “sostenibilità” nella “mobilità” - e nei trasporti in generale - l’intervento ha come obiettivo un inquadramento specifico sugli aspetti di carattere energetico ed ambientale, nell’ambito della sostenibilità. Vengono riportati, innanzi tutto, il ruolo e l’incidenza che hanno i sistemi di trasporto nei consumi energetici, sulla base alcuni dati di sintesi; ne segue una breve analisi sulla rilevanza dei consumi energetici, anche nei costi d’esercizio, delle modalita di trasporto terrestri per soddisfare la mobilità del secolo scorso e di quello attuale nonché su come questi consumi sono evoluti nei decenni. Viene, al merito, introdotto un breve confronto tra comunicazioni con spostamento e senza spostamento nel nuovo secolo. Questi elementi sono basilari per comprendere meglio dove e quanto si puo andare ad incidere con l’efficienza energetica e sulle emissioni nei vari modi di trasporto terrestri per il trasporto di persone al fine di fornire le premesse sulle prospettive di tali modalità in Europa ed in Piemonte, anche attraverso la produzione industriale del futuro, soprattutto locale. Ne merge un ruolo dei trasporti “verdi”, condivisi, connessi ed indirizzati verso – per quanto utile e possibile - l’autonomia di guida, sui quali Torino ed il Piemonte hanno un ruolo chiave. I risultati di questo intervento pongono delle aspettative nel campo dell’offerta di trasporto e di tipo territoriale relative ai sistemi di trasporto terresti passibili di interessi nel campo degli investimenti finanziari.

17:45

Chiusura della prima giornata e ringraziamenti

17:45 - 18:00

Venerdì 16 novembre 2018 - “Politiche del territorio”

8:45

Accreditamento

8:45 - 9:00

9:00

Saluti istituzionali

9:00 - 9:50

9:50

Intervento Dott.ssa Maggiolini

Università degli Studi di Torino

9:50 - 11:00

Mobilità: tra conflitti, partecipazione e sostenibilità

L’implementazione di politiche pubbliche per la mobilità, volte a connettere con diverse modalità di trasporto i territori, producono in essi trasformazioni ed impatti di diverso tipo, da quelli ambientali a quelli sociali. Le scale considerate variano dalle grandi opere ferroviarie e autostradali per il trasporto di persone e merci sulle lunghe distanze, alle modifiche di spazi e viabilità dei quartieri urbani. Anche i processi decisionali e il livello di coinvolgimento delle comunità locali nella progettazione e realizzazione si diversificano a seconda dell’approccio adottato, da quello tipicamente top down privo di confronto pubblico a quelli inclusivi. L’intervento tratterà la dimensione della sostenibilità di tali trasformazioni nelle diverse dimensioni: dalla sostenibilità sociale, mediante casi di conflitti locali connessi alle grandi opere ed esperienze di progettazioni inclusive; alla sostenibilita ambientale, con buone pratiche per la mobilita sostenibile promosse da Atenei che, per dimensione e impatti sul territorio, sono considerabili a pieno titolo attori del sistema di mobilità urbano delle città in cui hanno sede.

11:00

Coffee break

11:00 - 11:20

11:20

Tavola Rotonda con Deangeli e Cannas

11:20 - 12:30

12:30

Pausa pranzo

12:30 - 15:00

15:00

Tavola rotonda con Lazzari e Tess

15:00 - 16:00

16:00

Coffee break

16:00 - 16:20

16:20

Tavola rotonda conclusiva

16:20 - 18:00

18:00

Chiusura del Forum

Quest'anno è possibile accreditarsi online, direttamente al seguente link, specificando la giornata a cui si intende partecipare.

L'accreditamento online permetterà di saltare la coda, inoltre i primi 65 che si accrediteranno avranno il pass per i coffee break.

RELATORI

line

I relatori appartengono ad aree disciplinari differenti e provengono dai migliori centri di ricerca che trattano della tematica scelta. Al termine di ogni intervento sarà possibile sollevare domande, proporre stimoli, unirsi al dialogo.


Andrea Spinosa
Visualizza profilo

Andrea Spinosa

CityRailways Engineering
Paolo Beria
Visualizza profilo

Paolo Beria

Politecnico di Milano
Alfredo Mela
Visualizza profilo

Alfredo Mela

Politecnico di Torino e UniTO
Francesco Petracchini
Visualizza profilo

Francesco Petracchini

CNR - IIA
Bruno Dalla Chiara
Visualizza profilo

Bruno Dalla Chiara

Politecnico di Torino
Micol Maggiolini
Visualizza profilo

Micol Maggiolini

Università di Torino

Ospiti istituzionali

line
comitato

Gianmaria Ajani

Rettore dell'Università degli Studi di Torino
comitato

Alberto Valmaggia

Assessore all'Ambiente e all'Urbanistica della Regione Piemonte
comitato

Maria Lapietra

Assessore ai Trasporti del Comune di Torino
comitato

Massimo Isaia

Mobility Manager della Regione Piemonte

Tavola Rotonda

line

La seconda giornata del Forum ospiterà una Tavola Rotonda durante la quale si confronteranno quattro studenti universitari iscritti a una delle realtà d’eccellenza d’Italia (Scuole di Studi Superiori e Collegi di Merito) coordinati da un esperto dell’ambito. L’argomento della mobilità sostenibile sarà in tale occasione declinato nella sottotraccia “Politiche del territorio”. L’intera giornata vedrà l’avvicendarsi di momenti di discussione e pause conviviali, per i quali si rimanda al programma dettagliato dell’evento.

Gli studenti selezionati tramite bando, che interverranno alla Tavola Rotonda di venerdì 16 novembre 2018, sono i seguenti:

Giulio Deangeli
Visualizza profilo

Giulio Deangeli

Scuola Superiore Sant'Anna
Samuele Cannas
Visualizza profilo

Samuele Cannas

Scuola Superiore Sant'Anna
Margherita Tess
Visualizza profilo

Margherita Tess

Ca’ Foscari International College
Silvia Lazzari
Visualizza profilo

Silvia Lazzari

Scuola Superiore di Studi Avanzati Sapienza di Roma

Documenti

line

In questa sezione è possibile scaricare gli Atti del Forum 2018. Sono inoltre disponibili per il download, singolarmente o in modo aggregato, le slides proiettate dai relatori durante i loro interventi.

Video dell'evento

line

Qui di seguito i link per vedere le registrazioni video dell'evento:

Sostenitori

line_white

L'edizione 2018 è stata realizzata

con il supporto in servizi del Collegio Einaudi e dell'Osteria Povr'om

in collaborazione con Green Office e GTT

Mobility partner: MiMoto

Frequently asked questions

line_red

Che cosa?

Il Forum Ferdinando Rossi è un evento culturale annuale, che propone una visione a 360° di un tema di grande attualità.

Chi parla?

Relatori che, a partire dai propri differenti campi di ricerca, convergeranno sulla tematica prescelta.

Quando?

Giovedì 15 e Venerdì 16 Novembre 2018.

Chi partecipa?

L’evento è aperto a chiunque sia interessato, anche a singoli interventi.

Streaming?

L'evento è stato trasmesso in streaming. Per vedere la registrazione, si rimanda alla sezione corrispondente